fahreunblog

I migranti di Fahrenheit migrano ancora… (IV inbloggazione)

Nuovi incastri familiari

Come procreare calcolando razionalmente i tempi? E’ difficile mettersi nei panni di una donna ma ci provo.

Pur non essendo una donna, il seguente post prende spunto ugualmente dalla mia esperienza personale: quali sono i miei due principali errori di gioventù? In sostanza due: 1) avuto i figli troppo tardi (ma non potevo svegliarmi prima?) e 2) aver fatto di tutto per terminare gli studi universitari tempestivamente (ma che fretta c’era?).

1. Ogni donna nasce con 300.000 ovuli. Dopo i 30 anni gliene resta il 12%, dopo i 40 il 3%.

2. I rischi di diabete gestazionale, ipertensione, anomalie cormosomiche, autismo crescono con l’ età della mamma.

3. I figli di mamme anziane riscuotono un maggiore successo socio-economico. Ma se introduciamo variabili quali reddito ed istruzione familiare, il legame con l’ età svanisce.

4. La maternità tardiva stronca anche la carriera meglio avviata.

5. Le maternità non volute si concentrano in giovane età. Un figlio indesiderato spesso è causa di povertà.

Se questo è il quadro, come disegnare un piano razionale?

Forse, per avere una nuova ed efficace riforma familiare, qualche tradizione andrebbe rispolverata e qualche innovazione introdotta.

SCHIZZO IPOTETICO: sposarsi e filiare tra i 16-22 anni. Riprendere gli studi successivamente e intraprendere la propria carriera in modo lineare.

Per rendere la proposta concreta basta poco.

STRUMENTO 1: trasferimenti di reddito nella famiglia verticalmente allargata.

STRUMENTO 2: scuole e università in grado di gestire e valorizzare la sospensione degli studi.

Veniamo alle conseguenze dell’ incastro parentale proposto.

EFFETTO 1. Figli più sani.

EFFETTO 2. Figli più numerosi.

EFFETTO 3. Figli inattesi meno numerosi: l’ età critica coincide con quella in cui i figli si cercano.

EFFETTO 4. Meno bamboccioni: ci si sposa e si esce di casa presto.

EFFETTO 5. Meno asili: genitori, nonni e bisnonni più numerosi ed energici.

EFFETTO 6. Meno pensioni: i vecchi hanno un nugolo di giovani in forze che pensano a loro.

EFFETTO 7. Famiglie più estese, compatte e solidali: nonni e bisnonni sono cruciali nel dare aiuto alimentando l’ obbligazione morale di figli e nipoti.

EFFETTO 8. meno ghetti nel ciclo di vita: oggi si “studia” nella giovinezza e poi non si prende più in mano un libro per l’ intera vita.

EFFETTO 9. Carriere più lineari e (quindi) reddito famigliare maggiore.

EFFETTO 10. Meno discriminazioni sul lavoro: si assume e si responsabilizza con la certezza che la donna non avrà figli, oggi c’ è la certezza contraria.

EFFETTO 11: Meno divorzi? Non saprei dire, non ho dati in merito… ma forse “crescendo insieme”…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: