fahreunblog

I migranti di Fahrenheit migrano ancora… (IV inbloggazione)

Urla ben temperate

Difficile periodare adeguatamente quando si dispone di alfabeti con poche lettere quali sono quelli a disposizione di chi urla.

Eppure, a volte, il miracolo si compie.

Lui, Mats Gustafsson, è forse il miglior “urlatore” sulla piazza (suona il sax – scrostato) e qui si esibisce con un power trio veramente “power”.

Strazio, ruggito, ottusità, autismo… l’ urlo di Mats riesce a calibrarsi con inattesa perizia reggendo bene anche le lunghe durate.

Potrebbe deliziare il jezzofilo più esigente così come il Behring Breivik di turno quando si reca in missione.

Genealogia: Albert Ayler, Gato Barbieri, Peter Brotzman, Peter Hollinger

ad2

http://www.goear.com/files/externalpl.swf?file=19dd991

Fire – You like me five minutes ago

Matt in un video della strana tournée con Ex… in qualche cinemino strapieno senza uscite di sicurezza nel profondo dell’ Africa nera a suonare un punk indigesto ibridato con lo sciamanesimi. L’ ingenuo pubblico sembra gradire stemperando la rabbia dei suoni con larghi sorrisi e scapperamenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: