fahreunblog

I migranti di Fahrenheit migrano ancora… (IV inbloggazione)

Tributi subnormali

Il canone rai è un tributo come tutti gli altri, pagarlo non è solo segno di civiltà, è un obbligo

Che il canone Rai sia un tributo non ci piove, che sia “normale” è quanto meno dubbio.

Cosa caratterizza un tributo civile?

Il fatto che non esiste (ancora) una tecnologia in grado di trasformarlo in prezzo.

Esempio: i tributi con cui finanziamo la difesa nazionale non possono essere trasformati in prezzi di mercato se non con molta difficoltà.

Ma per il canone Rai le cose stanno diversamente: basta infatti criptare i programmi consentendo l’ accesso a chi paga il prezzo.

Oggi, invece, si tassano i possessori di televisore presupponendo che fruiscano di un servizio. Nemmeno Robin Hood puo’ essere chiamato in causa.

E’ come se un macellaio si rifiutasse d’ incassare il corrispettivo dai suoi clienti per poi presentare un forfait a me che, essendo in sovrappeso, probabilmente qualcuna delle sue bistecche me la sono sgagnata.

Ma perché ostinarsi allora nelle contorsioni? Semplice, perché alla soluzione lineare segue un passo obbligato: la privatizzazione del servizio.

Non sia mai.

Sean Alexander

… Homo Contribuens: in attesa di giustizia ci adeguiamo usi ad obbedir tacendo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: