fahreunblog

I migranti di Fahrenheit migrano ancora… (IV inbloggazione)

Ma cos’ha fatto la scienza ad Odifreddi?

Sappiamo bene che razza di personaggio sia Piergiorgio Odifreddi. C’è già capitato più volte di parlarne.

Il suo pessimo servizio alla scienza, oggi ha scelto di svolgerlo così.

D’accordo, è Repubblica. Le regole della logica classica sappiamo che là subiscono qualche deviazione. Eppure persino ai lettori di Repubblica non possono sfuggire la grossolanità e l’incapacità di ragionare del nostro campione nazionale di razionalità.

Qual è la sua tesi? Quella secondo la quale Lourdes è un bluff.

Dimostrazione: la Chiesa ha riconosciuto nei decenni solo un numero limitato di miracoli, 1 ogni 3.000.000 di frequentatori. Con simili percentuali, non si può che parlare di truffa.

Certo, un bambino capirebbe da sé che se Lourdes fosse davvero spacciato per miracolificio, e se davvero gli intenti fossero truffaldini, alla Chiesa sarebbe bastato riconoscere ufficialmente un numero superiore di miracoli e il gioco sarebbe fatto.

Ma si dà il caso che molta gente vada a Lourdes semplicemente in pellegrinaggio, senza cercare chissà quale miracolo. E molti, ricevuta la grazia, non la sbandierano ai quattro venti. Questo è tanto ovvio quanto incomprensibile alle capacità intellettive del nostro clown.

Il punto però è un altro.

Diamo per buono il ragionamento di Piergiorgio Odifreddi. Scientificamente non possiamo dimostrare la taumaturgicità delle acque di Lourdes: possiamo solo constatare che milioni e milioni di persone (200 milioni stando ai suoi numeri – tutti idioti, meno male che c’è lui che è furbo!) si lasciano buggerare, dando luogo ad un “abuso di creduloneria”. La circonvenzione di incapace è un reato, e dunque, secondo PO, la Chiesa è colpevole.

Ma possiamo scientificamente dimostrare, in generale, la bontà delle tesi di PO? Le sue tesi ateiste sono campate per aria e non hanno nessuna possibilità di dimostrazione. Quell’articolo è un esempio lampante di incoerenza logica ed incapacità di ragionare. Eppure vende migliaia di libri, e i suoi articoli su Repubblica sono letti da migliaia di persone. Io direi che a questo punto possiamo parlare di un lampante “abuso di creduloneria”. Pretendo, a questo punto, di vedere Piergiorgio Odifreddi sul banco degli imputati, con l’accusa di circonvenzione di incapaci. L’incapacità dei suoi lettori è manifesta ed indiscutibile: basti leggere i commenti sotto i suoi articoli. Ed in più, PO ha una seria aggravante: è consapevole della gravità di questo atto.

Ci sarà qualche tribunale che si prenderà la briga di processarlo e condannarlo?

18 risposte a “Ma cos’ha fatto la scienza ad Odifreddi?

  1. broncobilly 03/02/2012 alle 23:06

    Ultimamente Odi è molto attivo (non è che ha un libro in uscita?), dapprima ha chiesto che lo stato “imponga l’ aborto” a una serie di donne, poi che “i medici cattolici sono malati di mente”, dopodiché ha preso contatto con Casa Pound alla ricerca di neofascisti pagani da iscrivere all’ UAAR, nel frattempo non ha mancato di ribadire “che l’ america si è guadagnata sul campo l’ 11 settembre”. Tutto cio’ senza mai smettere di difendere l’ edificante operato dei Black Bloc.

    E nel frattempo vinceva ben due premi Asino d’ Oro (http://www.enzopennetta.it/wordpress/2011/10/odifreddi-e-lasino-doro-per-levoluzione/)

    Su Lourdes non è certo alla prima gaffe, ricordo uno scambio con Messori (http://archiviostorico.corriere.it/2011/dicembre/18/Metodo_storico_anche_per_Lourdes_co_9_111218035.shtml)

    Strano poi che festeggi l’ arresto dei truffatori/spacciatori dell’ acqua santa; sì, perché un atto del genere costituisce implicita ammissione che a Lourdes non v’ è nessuna truffa. Hai ragione a dire che la ricerca del miracolo non è l’ unica motivazione che spinge al pellegrinaggio, ma il bello è che se anche lo fosse una possibilità su 30 milioni per molti potrebbe essere sufficiente.

  2. diait 04/02/2012 alle 22:57

    ieri mattina PO diceva alla radio che il Papa è un impostore, perché al suo posto avrebbe dovuto esserci lui (che da giovanissimo voleva farsi prete). Certo che quando uno il senso dell’umorismo ce l’ha dentro…. Quando fa le sue battute fa veramente piangere, poraccio.
    Certo che ha un libro in uscita, e fa il suo pellegrinaggio alla Lourdes for the Bright, quella dei talk-show di fazio, dandini & co.
    Rimpiango il suo pellegrinaggio a Santiago de Compostela, per radiotre, quando al mite (e vacuo) Valzania si sostituì Franco Cardini. Era esaltante come riusciva regolarmente a stroncare Odifreddi, e senza tante chiacchiere e “spiritosaggini”. Con lui non attaccava.

    Di Lourdes so solo quello che ho visto nel bel film di cui abbiamo parlato a suo tempo con ric. Da rivedere, forse.

  3. diait 05/02/2012 alle 19:09

    chiunque soffra per un qualsiasi motivo, cerca consolazione e speranza. E’ sacrosanto. C’è chi la cerca a Lourdes, e a volte ce la trova anche solo per quelle poche ore, per quei pochi giorni. Non credo che gli impianti di Lourdes o il Vaticano garantiscano miracoli, come Vanna Marchi col suo scioglipancia. Quindi vince la libertà di ognuno di cercare consolazione come e dove vuole (nei limiti del codice penale), e dando soldi a chi vuole.
    Le due cose che mi colpiscono di più di odifreddi, in questo articolo come nelle trasmissioni di radiotre sul cammino di Santiago, sono la sua assoluta mancanza di “umanità” (nel senso più ampio del termine) e il tono “disprezzante”. Per lui, anziani malati, persone disperate o semplicemente in cerca di un po’ di conforto, sono solo “cretini e creduloni”. Davvero, lascia di stucco.

    Nel film Lourdes, comunque, il presunto miracolo è solo una temporanea sindrome di Ravashi, come quella di “Le mele di Adamo”!

    Io però vorrei vedere Odifreddi a confronto – non con Palombelli, Fazio, il priore di Bose o Bagnasco – ma con John Barrow, su questi temi. Con lui non se la caverebbe tanto a buon mercato. Sarebbe DAVVERO interessante. Ma magari ci ha già fatto su un libro….

  4. diait 05/02/2012 alle 19:38

    si potrebbe corregere quel “La cosa che mi colpisce di più” in “Le due cose che mi colpiscono”? Fa veramente schifo scritto così e non rileggo per pigrizia… Un vizio! Una cosa che mi piace ma mi fa male…

    • davithegray 06/02/2012 alle 08:50

      Fatto. Attenta che abbiamo già pronta la tassa!

      Su odi: e l’hai mai sentito insistere sul gioco di parole Chrétien / crétin? La sua tesi è che i cristiani siano visti come dei cretini, e questo praticamente da sempre. E dunque *siano* tutti dei cretini. O che il termine “cretino” derivi da “cristiano”, insomma, la sostanza rimane la stessa. Sfiorarlo il dubbio che il più cretino della compagnia sia lui, questo mai. Sul blog praticamente ha dato della cretina anche a te! Uno contro il mondo. C’è qualcosa di eroico nel nostro odi!

  5. broncobilly 06/02/2012 alle 11:19

    Diana, veramente un confronto tra Odi e Barrow c’ è già stato.

    Se poi Odi si è costruito il personaggio del cinico evoluzionista e non puo’ rinunciarvi, puo’ comunque ripassarsi (perché senz’ altro già li conosce) i motivi per cui speranza e ottimismo, anche laddove irrazionali, sono comunque bias che rendono più efficiente l’ evoluzione di gruppo. La gente paga per sperare, non lo sappiamo solo grazie a Lourdes ma anche e soprattutto grazie all’ analisi dei comportamenti di borsa. E’ un tratto tipico dell’ uomo che si è rivelato vincente.

  6. diait 06/02/2012 alle 11:54

    ah, dimmi dove è il confronto… sulal religione? Dove lo trovo?

  7. diait 06/02/2012 alle 11:56

    x davide – sì, c’è qualcosa di eroico e che ci somiglia, Davide! Per questo lo detestiamo!

  8. davithegray 06/02/2012 alle 13:11

    Sì, forse, ma la somiglianza è molto vaga.

    Dai link di Ric sono giunto a questo fenomenale e surreale scambio.

  9. diait 06/02/2012 alle 13:31

    in che guaio è andato a ficcarsi, con Israel. E’ coriaceo come Cardini…
    Che disastro e che autogol.

  10. davithegray 06/02/2012 alle 14:51

    Il fatto è che più approfondisco questo personaggio, più ne esce un personaggio talmente incredibile da apparire da fumetto.
    Questa è fenomenale:

    Ho conosciuto il vescovo di Noto, Antonio Stagliano. Ovviamente non siamo d’accordo su nulla. Però è uno con cui si può parlare. Ho incontrato il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe. Anche lui mi è sembrato una persona aperta. Ma frequentarli è sbagliato. I brigatisti rossi dicevano che se tu vai a sparare a qualcuno non devi pensare alla sua vita, a sua moglie, ai suoi figli. Non devi pensare che è una brava persona. Devi solo pensare che stai combattendo una battaglia politica. Non voglio sparare ai vescovi, ma il fatto che siano eventualmente persone decenti non li rende meno degne di essere combattute

    M’è caduta la mascella.

  11. diait 06/02/2012 alle 16:21

    mamma mia, che roba!

  12. diait 06/02/2012 alle 16:57

    Tutti i giorni la pubblicità promette cose che non mantiene. Vi ricordate la puntata di Elv in cui voleva andare in piazza a fare roghi di Pilaquik, perché non era affatto la pila miracolosa che prometteva di essere? Ovviamente scherzava (perché la sua filosofia sulla pubblicità è: bene tutto, basta sapere come funziona e attrezzarsi).
    Odifreddi: tutti in piazza a fare roghi di acqua di Lourdes!

  13. diait 06/02/2012 alle 17:45

    ma la domanda del post è posta (ahahaha, che calembour!) male. Bisognerebbe chiedersi che cosa gli ha fatto la religione, a Odifreddi.

  14. davithegray 06/02/2012 alle 17:58

    Ma quella sarebbe scontata. Il problema è che secondo me lui fa pure un pessimo servizio alla scienza!

  15. broncobilly 06/02/2012 alle 18:12

    Non penso sia un fenomeno “eccezionale”, solo la versione nostrana di quella moda culturale che va sotto il nome di new atheism.

    Che poi sia una posizione dal “fiato corto” sono gli stessi atei a rendersene conto. Almeno quelli che riescono a non negare le evidenze.

  16. diait 06/02/2012 alle 19:07

    ric, saresti stato orgoglioso di me (sono intervenuta sul suo blog di repubblica, su lourdes). Ho scritto perfino “la parrocchietta di radiotre”…. Chi l’avrebbe mai detto. Alla prossima tiro fuori la “cadrega della Caramore”!

  17. broncobilly 06/02/2012 alle 22:43

    Molto “brillante” direi.
    Nel senso migliore del termine, s’ intende.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: