Libri sull’ irrilevanza dei libri

Ormai ci si sente in dovere di scovare una causa materiale per tutto: dietro ogni fenomeno si annida un gene, un neurone, un interesse (materiale, per l’ appunto) che lo spiega al meglio.

Il fatto curioso è che ci si sente anche in dovere di scrivere libri per annunciare al mondo le proprie scoperte e convincere il prossimo. Evidentemente si ripone una certa fiducia nelle proprie idee.

Un attimo, ma le idee non sono oggetti immateriali?

libri

Per il materialista duro e puro “scrivere un libro” suona un po’ come un’ autodenuncia.

… after all, he and I write books trying to change people’s minds. If we were consistent materialists we would put down our pens and start offering people large bribes to become xyz…

Deirdre Mccloskey parla di  Matt Riedley

Annunci

3 pensieri riguardo “Libri sull’ irrilevanza dei libri”

  1. Se è per questo c’ è già il concetto d “meme”: una specie di virus che si inocula nelle teste altrui.

    Una congettura piuttosto contorta e non testabile. Meglio la via dritta della semplicità e del buon senso, quella che si limita a una constatazione piana e comprensibile: “le idee contano”. Se poi le idee sono qualcosa di immateriale, pace vobis.

    Ma la via dritta non puo’ essere accettata a cuor leggero dal materialista, il quale ha pur sempre una sua religione da difendere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...