Piccola storia economica dell’ uomo

Sempre utile sapere la versione dell’ accademia.

  1. Fino al neolitico l’ economia dell’ uomo è imperniata sulla caccia e la raccolta (C/R).
  2. Nel neolitico scoppia la rivoluzione agricola (A). Dove? Dove le condizioni geografiche e la presenza di animali addomesticabili lo consente (Europa e Asia).
  3. La società R/C è egualitaria. La diseguaglianza predomina invece in A.
  4. A non muta in modo sensibile il tenore di vita dell’ uomo. Ad ogni accenno di miglioramento cresce la popolazione e segue un impoverimento (trappola malthusiana).
  5. Con A l’ uomo diventa “produttore” e nasce quindi la cultura della “produzione” e del “lavoro”.
  6. Le diseguagliane create da A fanno emergere una classe “superiore” che coltiva al meglio taluni valori funzionali alla produzione (razionalità, onestà, pazienza, lavoro…).
  7. A incentiva gli scambi e la concentrazione degli insediamenti (ovvero più malattie e meno igiene).
  8. Le condizioni igieniche dell’ Europa sono particolarmente precarie. Siamo i più sporchi al mondo e questo si riflette in alti tassi di mortalità.
  9. In Europa, specie in Gran Bretagna, sono i ricchi a fare i figli, molto più che i poveri. La mobilità sociale è dunque verso il basso e si crea una classe media.
  10. 7-8-9 favoriscono alta rotazione demografica e mobilità verso il basso (anche dei valori).
  11. L’ alchimia genetica spiega il perchè del protrarsi della trappola malthusiana, il perchè la rivoluzione industriale scoppi proprio in GB e perchè l’ Africa e il Sudamenrica stentino a “convergere” ancora oggi.

E la rivoluzione industriale è tutto:

Per Jared Diamond conta solo 2): geografia e animali addomesticabili sono tutto. E allora perchè la Rivoluzione Industriale non ha rappresentato una liberazione per l’ Africa? No Jared, non ci convinci.
Per Douglass North contano solo le istituzioni: proprietà privata + rule of law e il benessere è assicurato. Ma le “istituzioni giuste” c’ erano anche altrove – sia nel tempo che nello spazio – e non solo nell’ Europa di fine ‘700. Evidentemente contano anche le teste.

 

Fonte: Clark, G.: A Farewell to Alms

Annunci

Un pensiero riguardo “Piccola storia economica dell’ uomo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...