fahreunblog

I migranti di Fahrenheit migrano ancora… (IV inbloggazione)

Per vivere bene insieme dobbiamo vivere un po’ meno insieme.

Donald J. Trump è il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti, è stato appena eletto nella votazione più “polarizzata” degli ultimi 100 anni.

Kevin Vallier riflette su questo fatto nel breve saggio Healing Through Decentralization.

In America ci sono ormai due tribù politiche-culturali ben distinte, un fenomeno ben noto anche da noi in Italia: comunisti/anti-comunisti, berlusconiani/anti-berlusconiani, nord/sud. Viviamo da sempre come separati in casa.

Siamo diversi, più si tarda a riconoscerlo più danni si fanno.

Le due tribù si disprezzano l’un l’altra a tal punto che diventa allettante votare un personaggio odiato dal “nemico”, quand’anche fosse poco qualificato per l’incarico: quel che conta è giocare uno “scherzetto”.

Chi ci disapprova è un alieno, nasconde loschi fini, oppure soffre di severi deficit cognitivi…

Purtroppo, la polarizzazione è destinata a restare tra noi…

… James Campbell develops a theory of revealed polarization which holds that the American electorate is highly polarized and was not always so… Polarization may have increased recently, but Americans became highly polarized in the mid to late 1960s. The parties began to polarize in the late 1970s to early 1990s and it has only gotten worse, but they are merely coming to reflect long-existing divisions among the general public…

Una soluzione possibile…

… In light of that, I argue that we can establish a morally valuable kind of social trust across our ideological differences through several institutional reforms, and most of them involve the decentralization of power….

La polarizzazione è socialmente distruttiva

… we insist on making decisions collectively when we can’t even begin to agree on what the collective decision should be…

Una possibilità di uscire da queste sabbie mobili consiste nel far leva sulla libertà d’associazione.

Il tentativo di controllare le forme di associazione altrui produce un severo conflitto.

Le scintille si sprigionano in ogni ambito: parecchi credenti non riconoscono il matrimonio omosessuale come modo legittimo di stare insieme, d’altra parte alle associazioni religiose viene chiesto di finanziare aborto e contraccezione. Non sarebbe il caso di interferire meno pesantemente nei valori altrui?

Ebbene, la libertà di associazione minimizza queste interferenze consentendo a tutti  di vivere più o meno secondo i propri valori. Il tentativo di restringere le libertà di associazione crea odi e divisione…

… If we decentralize more power to associations, we can reap the benefits of social peace…

Ci sono diverse concezioni della sanità?: ogni gruppo si faccia la sua sanità dove troverà spazio l’eutanasia o la medicina umanistica. Ci sono diverse concezioni della scuola?: ogni gruppo si faccia la sua scuola dove troverà spazio l’ora di gender o l’ora di religione. Sulla droga ognuno ha le sue idee?: Che ognuno vada per la sua strada.

A questo punto basterà rispettare il nostro prossimo, non sarà necessario “sposarlo” e vivere in simbiosi con lui.

Anche il federalismo è uno strumento chiave per smussare le divisioni…

… It is better, on balance, to let each tribe dominate in those locales rather than trying to defeat one another at the national level….

Il federalismo è più flessibile e più adatto alla convivenza tra diversi.

Certo, libertà d’associazione e federalismo possono prestarsi ad abusi: settarismo, tirannie locali… Ma forse che questi difetti non sono un rischio anche a livello nazionale?

Sarebbe meglio dire che federalismo e libertà di associazione sono un modo per minimizzare il rischio di abusi evitando di tenere tutte le uova in un paniere.

Qualcuno opina poi che la classe dirigente locale è di scarso spessore. Ho l’impressione che la qualità della classe dirigente si sposti al variare degli equilibri di potere: più decentramento, più qualità in periferia. E poi ci sono sempre “i piedi”…

… We will, of course, still have our disagreements. But freedom of movement between different communities would allow people to self-sort and form communities with the like-minded without having to despise and rage against their red or blue overlords…

Secoli fa avevamo un problema simile nell’ establishment religioso: protestanti e cattolici erano separati in casa: per rincorrere un’unità impossibile abbiamo sprecato secoli di conflitti armati. Successivamente, si è trovata una soluzione pacifica accettando una forma di divisione…

… Neither side liked the solution at first. But over the centuries, both came to accept…

La morale: buoni confini fanno buoni vicini. Oppure…

… to live together, we must do less together…

85a852ad67ddca35c8bc7e2367101ef1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: