Privatizzare la scuola

La nomina di  Betsy DeVos – sostenitrice del sistema voucher a ministro dell’istruzione del governo Trump fa sperare/temere una privatizzazione della scuola americana.

E’ anche un’ occasione preziosa per ascoltare le voci anti-voucher, che hanno già cominciato a levarsi.

Una delle più autorevoli è quella di Nathan Robinson, a cui risponde Scott Alexander nel saggio “Contra Robinson On Schooling”.

Per i critici introdurre il profitto economico nei servizi scolastici è pericoloso: si creano incentivi perversi.

L’obiettivo di fondo dei “produttori” si trasformerebbe: dal fornire un servizio ottimale a massimizzare il guadagno degli azionisti.

In parole semplici: si spenderebbe il meno possibile nell’educazione vera e propria pur di girare a dividendo certe somme…

… If you don’t have to spring for new lab equipment or new textbooks, you have no incentive to do so…

La risposta qui è scontata: le imprese commerciali possono massimizzare i profitti solo soddisfacendo la clientela. Se scelgiessero delle scorciatoie i clienti volerebbero altrove…

… choice creates competition, which creates quality…

Anche la controreplica è nota: ma i genitori non hanno molte opzioni, non ci sono alternative valide nelle vicinanze.

In poche parole: nella scuola di stato tutte le risorse investite vanno alla scuola mentre nel privato si scindono tra investimenti scolastici e profitti.

Per dirimere la diatriba guardiamo ai fatti.

Potremmo comparare buoni scolastici e buoni alimentari (foodstamp), il meccanismo è il medesimo: com’è la qualità degli alimenti che si comperano in un supermercato che accetta foodstamp?…

… I know the quality of service these poor people get for their money. And it is really good…

In merito c’è un aneddoto sintomatico

… There’s a story about Boris Yeltsin coming to America for the first time, walking into a random grocery store, seeing that random middle-class Americans had a better selection of goods than the highest-status Soviet officials, and freaking out that this was some kind of weird Potemkin economy that the Americans had set up to demoralize him… fifty different kinds of cereal… hundred different kinds of soda… also really cheap…

Ma perché i supermercati non lucrano? Perché non abbassano la qualità intascandosi la differenza?…

… Something like 48% of Americans are satisfied with the education system in the US. My guess is 100% of Americans are satisfied with the grocery…

L’ipotesi più probabile: la lotta agli sprechi pesa più dei profitti.

D’altronde, i profitti di mercato sono lì, possono essere visti. Sono un numero, di solito piuttosto basso se considerato in percentuale.

Un esempio chiarificatore che mi sembra perfetto…

… An example: Health care in this country is overpriced… Some people think this is because greedy insurance… But health insurance companies have a profit margin of about 3%… not a big deal if you’re wondering how much they affect health care costs… If you’re paying $ 5,000 a year for health insurance, then take away all profit motive from the insurance companies and you would pay $ 4850 a year for health insurance…

Cosa concludere?…

… Insurance companies aren’t callously throwing sick people out on the street for profitability reasons, they’re callously throwing sick people out on the street because they can only pay as much money as their customers give them and that isn’t enough to fund as much health care as people need…

Certi beni sono cari perché costano cari (97% della quota del prezzo), non perché ci si specula sopra (3% della quota del prezzo), anche se a noi piace pensare altrimenti.

Un altro esempio è quello dei piccoli prestiti (che noi spesso etichettiamo come “usurai”)…

… In a profitability analysis by Fordham Journal of Corporate & Financial Law, it was determined that the average profit margin from seven publicly traded payday lending companies (including pawn shops) in the U.S. was 7.63%, and for pure payday lenders it was 3.57%. These averages are less than those of other traditional lending institutions such as credit unions and banks. Comparatively the profit margin of Starbucks for the measured time period was just over 9%, and comparison lenders had an average profit margin of 13.04%. These comparison lenders were mainstream companies: Capital One, GE Capital, HSBC, Money Tree, and American Express Credit…

Interessi esorbitanti sono da imputare al rischio corso dall’ “usuraio” più che ad una sua speculazione…

… Payday lenders aren’t charging outrageous interest rates so they can get fat off the profits. They’re charging outrageous interest rates because loaning money to poor people who often fail to pay back…

Quanto guadagneranno gli imprenditori scolastici? Volendo esagerare attenendoci a settori più concentrati rispetto a quello scolastico potremmo ipotizzare un 11%.

A questo punto la domanda cruciale si fa più chiara…

…  If private schools cost the same amount of money as public schools, but 11% of that went to shareholder profits, wouldn’t our children receive an 11% worse education?…

Profitto e guadagni in efficienza andrebbero confrontati. Conosciamo i profitti, come possiamo conoscere il potenziale guadagno in efficienza?

Possono aiutarci tabelle come questa...

primary_scost

Si tratta di un costo già indicizzato all’inflazione!

E chi valuta sospetta la fonte sappia che risultati simili vengono confermati anche dai “nemici”, in questo senso non sono in discussione.

A cosa è dovuta l’esplosione nei costi?

Gli stipendi degli insegnanti non sono cresciuti in modo apprezzabile.

Il fenomeno è di quelli che fanno girare la testa:

… how is an activity which basically involves getting a bunch of kids into a building and throwing a teacher at them rising so dramatically in the absence of changes in building or teacher prices?…

Ci sono tre risposte.

Innanzitutto il Paradosso Simpson: i gruppi etnici di studenti che fanno male nei test si sono rimpolpati nel tempo (considera solo un fenomeno come quello dell’immigrazione).

Ma gli esiti nei test sono stagnanti anche per classi distinte di studenti. L’ipotesi è dunque da scartare.

Seconda obiezione: si spende di più per i ragazzi con bisogni particolari.

Ipotizzando con larghezza che per ciascuno di questi studenti si spenda il doppio, spieghiamo in questo modo giusto il 13% dell’aumento, manca ancora il 150%!

Terza ipotesi: la burocrazia è in espansione.

Una prova a sostegno

… One argument in favor: the same thing that’s happening to primary education is happening to college education…

Non tutti sono convinti, però. Sta di fatto che il mistero dell’esplosione nei costi è misteriosamente irrisolto. Ma per noi il punto è un altro

… The point is, private schools lose 11% of their funding to shareholder profit, and public schools apparently lose 75% of their funding of… boh…

Chissà perché la spesa scolastica è difficilissima da tagliare

… In my home state of California, there was a big funding shortfall ten years ago, and schools tried to cut everything they could, but finally they said there was nothing left to cut and they had no more ideas, and I believe that they tried as hard as they could…

Quand’anche sia stata la burocrazia a far esplodere le spese, non l’ha fatto in modo ovvio. Se dietro c’è “qualcuno” questo “qualcuno” è un genio del male.

Forse è più plausibile ipotizzare che nelle nostre scuole si sia generata una “cultura dell’inefficienza” cosicché chi formula ipotesi “efficientiste” è mal visto, boicottato e considerato insensibile alla stregua di un bestemmiatore in chiesa. Cosicché, per quieto vivere, si evita anche solo di pensarci abbandonandosi all’inerzia.

Altra obiezione degli anti-voucher

… look what happens with food stamps: the moment you start handing out a “voucher,” conservatives start seeing it as some kind of unearned “handout.”…

In altri termini: il sussidiato verrebbe stigmatizzato e inizierebbero delle pressioni per il taglio dei buoni…

… they erode the idea of education as a fundamental right… making it seem like a privilege

Ma qui l’analogia usata sembra forzata. Basta cambiarla e si giunge a conclusioni opposte…

… Medicare remains popular even though it’s essentially a voucher…

Un po’ più preoccupante è l’analogia che si potrebbe fare con gli ospedali privati…

… Although for-profit hospitals aren’t noticeably worse than not-for-profit, they’re also not noticeably better…

Potrebbero essere molto più efficienti ma tendono ad “adeguarsi” al pubblico e al terzo settore. Quasi non volessero rompere le scatole ai loro colleghi presentandosi come una minaccia. Da notare che l’adeguamento è in termini di efficienza non in termini di prezzi (detto altrimenti: non si tratta di somme girate agli azionisti)…

… existence of for-profit hospitals hasn’t started some kind of virtuous cycle… Having a field be open to competition isn’t necessarily incompatible with it being overpriced and inefficient…

Anche le scuole private oggi in attività non sembrano risparmiare molto su quel 75% di costo inutile, quasi si adeguassero all’andazzo. Tagliare i costi è dura anche nel privato.

Gli anti-voucher si preoccupano anche per i genitori più deboli

… Privatization schemes are also heavily dependent on the existence of highly astute parents, who have the time and inclination to carefully study schools… most vulnerable children are unlikely to have such parents…

Il punto è rilevante: genitori con pochi mezzi sono svantaggiati nelle scelte. Ma con i buoni la loro scelta diventa comunque più facile. Scegliere di cambiare quartiere per una migliore istruzione dei figli è molto più impegnativo.

Altra paura è quella dell’indottrinamento: le scuole confessionali potrebbero “lavare il cervello” dei vostri figli. Qui però i fatti sembrano smentire…

… Catholic school is already sort of like this and they don’t seem to be some weird foreign cancer on the body politic, so maybe it’s not such a big deal?…

Altra paura: la segregazione. Ognuno va con i suoi…

… everyone already goes to public schools in their own class-segregated neighborhood anyway…

Anche qui la stessa logica di prima: è più facile sfuggire alla segregazione con i voucher che con un trasloco. C’è chi vede questi traslochi come una delle cause della bolla immobiliare americana…

Elizabeth Warren has argued this is primarily behind the secular rise in real estate… This factor could easily be more important than everything else combined and might make school vouchers a plus even if they seriously worsened the quality of education…

Conclusione: la cosa migliore è sperimentare

… As we start to understand things better, extend the window…

E la concorrenza? Ci sarà? Potrà sprigionare i suoi benefici? C’è chi ne dubita. Per identificare la quota di profitti abbiamo considerato settori più concentrati rispetto a quello della scuola, tuttavia altre soluzioni sono possibili…

… Let’s let random people open tiny schools

Oggi il 3% dei genitori americani fa scuola ai propri figli (homeschool), e da questo esperimento naturale sappiamo che la qualità non è un problema…

… All the research shows that home-schooled students do much better than traditionally schooled students on standardized tests, college admission exams, college GPAs, and general life satisfaction as adults…

Questo anche se c’è un problema di rappresentatività del campione: solo i genitori più attenti e coscienziosi optano per l’ homeschooling.

Dall’ homschooling alla tiny school il passo è breve.

E’ facile immaginarsi la storia standard

… A woman has a kid and decides she doesn’t want to go back to work and leave the kid in daycare for eighteen years. She takes some test, clears some regulatory hurdle, promises that she’ll clear a certain bar on her kids’ standardized test scores, and registers as an approved school. Then she gets a couple of friends and neighbors who trust her to send their kids to her too. Maybe her husband works outside the home, so she doesn’t even need five. She’s happy with two or three (I think it would be important that you can’t make any money by educating your own kid; otherwise the incentive is to keep them out of school and pretend to be educating them yourself). Then she tutors them in a class a fifth the size of comparable public school classes… If you’re an actual, qualified teacher, maybe you can get ten or twenty… That’s $ 100,000 to $ 200,000, minus your overhead…

E’ una stravaganza? No, è la storia americana…

… for the majority of American history, kids were taught by a member of the community in a one room schoolhouse… the system that produced Benjamin Franklin, Thomas Edison, et cetera….

Qui andrebbe anche ricordato quanto poco contino i titoli dell’insegnante sul suo lavoro…

… remember that all the research shows that formal teacher training and level of teacher credentialing has zero effect…

Molte tiny school, molti posti di lavoro

… This would provide provide a means of self-directed, boss-free income for millions of people…

Magari questa è un’eresia, solo sperimentando possiamo capirlo, mai fidarsi di chi emette sentenze a-priori.

E non dimentichiamoci che già esiste un esito sperimentale univoco e riconosciuto più o meno da tutti: scegliersi la scuola aumenta la soddisfazione della famiglia. Esempio

… Universally, school choice parents are highly satisfied with choice schools, reporting greater discipline, more responsive staff and better educational environments than the public schools they left. That parents are satisfied with their choice schools is a valuable indicator that school choice delivers real benefits. As University of Wisconsin professor John Witte, the official evaluator of the Milwaukee choice program, recently commented on school choice research: “There’s one very consistent finding: Parental involvement is very positive, and parental satisfaction is very positive…parents are happier. The people using vouchers are mostly black and Hispanic and very poor…they deserve the same kind of options that middle-class white people have.”… Patrick J. Wolf’s survey of twelve voucher programs (pdf) supports this interpretation.  And here are strongly positive results on parental satisfaction Indiana

Naturalmente i genitori potrebbero essere soddisfatti per motivi differenti dal risultato nei test

… parents may like the academic programs, teacher skills, school discipline, safety, student respect for teachers, moral values, class size, teacher-parent relations, parental involvement, and freedom to observe religious traditions, among other facets of school choice…

Gli economisti si sono sempre disinteressati alle ragioni per cui un consumatore si dichiara soddisfatto: conta solo la sua soddisfazione.

Ecco allora un’avvertenza che s’impone:

if you’re reading a critique of vouchers and the critic isn’t willing to tell you up front that parents typically like this form of school choice, I suspect the critic isn’t really trying to inform you

***

Quale potrebbe essere una sintesi onesta sulla privatizzazione delle scuole? Propongo questa…

Decades of experiments suggest that choice can save money, improve outcomes for very poor kids whose public options are disastrous, and increase parental satisfaction. (The last is no small thing!) But the available evidence also suggests that choice alone won’t revolutionize schools or turn slow learners into geniuses, that the clearest success stories are hard to replicate, and some experiments in privatization (like Louisiana’s recent voucher push) can badly disappoint.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...