Lo spartiacque della ragione

Lo so, a molti non piace dividere il mondo in due.


Costoro si affrettano a precisare che la regola del “tertium non datur” varrà per la logica ma non vale quando ci muoviamo nella vita reale.

Non penso che una reazione tanto drastica sia oculata, discutere in fondo significa anche semplificare e ragionare significa dividere: o sulla realtà non si puo’ ragionare o occorre mettere degli spartiacque.

Cartesio ci invita a “distinguere”, a “separare”.

Una distinzione non si giudica tanto dalle eccezioni che trascura ma da come fa avanzare il discorso.

Sarebbe meglio allora dedicarsi alla ricerca dei  “great divide” più fecondi.

I migliori “great divide” sono porte che si aprono su altre porte e così via, fino a condurci in una terra incognita. I peggiori sono quelli che conducono ad un esito prevedibile in anticipo. 

Alcuni classici spartiacque:

paternalisti vs libertari

ricchi vs poveri

credenti vs agnostici

città vs campagna

donne vs uomini

esperti vs profani

artisti vs prosaici

avidi vs mistici

civili vs incivili

oriente vs occidente

adulto vs bambino

donna vs uomo

uomo vs animale

agricoltori vs allevatori

agricoltori vs cacciatori

montanari vs valligiani

aristotelici vs platonici

fighi vs secchioni

estroversi vs introversi

curiosi vs profondi

produttori vs consumatori

perseveranti vs creativi 

razionali vs empirici

comunitari vs individualisti

empatici vs autistici

Le domande da porsi davanti ad un “great divide”:

1. Quali ulteriori divisioni comporta la divisione posta?
2. Come prende posizione la gente nella suddivisione posta?
3. Da quanto dura la divisione senza che una parte prevalga?
4. Come potrebbe prevalere una delle due parti?

5. Perché una delle due parti potrebbe essere migliore dell’altra?
6. Come convincere una delle due parti che la sua posizione è sbagliata?
7. Quale puo’ essere un compromesso tra le due posizioni?

Annunci

3 pensieri su “Lo spartiacque della ragione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...