Il paradiso degli atei

Cryonics! Gentilmente offerto dalla Alcor spa:

To understand how this might work, one first must realize that our bodies are not operated by an “on and off” switch, meaning that when you die, you don’t necessarily die instantaneously. This shouldn’t be so hard to accept since we’ve all heard examples of people declared legally dead before miraculous (read: defibrillator-enabled) revival. So the “switch” is more like a dimmer. It takes four to six minutes (perhaps as long as ten minutes or up to almost an hour, depending on what source you believe) for the brain to suffocate from lack of oxygen and stop functioning. Now imagine that a human could be captured in that time after the heart stops and before the brain starts to degrade and that he or she could be suspended in this state indefinitely, like hitting pause on the dying process. Let’s say that, hypothetically, the body (or at least the brain) could be revived from that state (“unpaused”) at a time of more advanced technology, a time when the person could be treated for whatever caused the body to start shutting down in the first place—cancer, for example. And if such technology existed, then (in the case where the head is the only thing preserved), the technology for regrowing the body for the brain (or at the very least, creating a bionic one) should reasonably exist as well.

link

barns

Insomma: oggi, tra morte cardiaca e morte cerebrale, vi ghiacciano il cervello e, domani, quando esisteranno tecniche idonee, ve lo sgeleranno impiantandolo su un computer.

Due considerazioni:

1. come paradiso non è un granché.

2. perché riservarlo agli atei?

Per quanto riguarda il punto due sono dell’ avviso che anche noi cattolici potremmo fruire di questo “paradiso in terra” in grado di prolungare indefinitamente la nostra vita. In caso contrario gradirei venissero esplicitati i motivi.

Forse che un cattolico non riconosce se stesso qualora il suo corpo assuma le forme di un computer?

Eppure nessuno più del cattolico è disposto ad accettare l’ esistenza di strani corpi.

Pensate solo al corpo reale di Adamo ed Eva! Come sarà stato?

Annunci

Un pensiero riguardo “Il paradiso degli atei”

  1. interessantissimo!
    stasera spero di aggiungere due contributi video.
    Vi avevo già parlato del documentario di Errol Morris “I dismember mama”, su Saul Kent, fondatore di Alcor. Fuori come un missile…
    E di Aubrey de Grey, lo zz-top dei biochimici che studiano l’invecchiamento e fondatore del premio “Topo matusalemme”.
    Che umanità (nel senso di campioni di esseri umani) fantastica (nel senso di stupefacente).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...